Lo vedo per la prima volta sei mesi fa, era un cucciolone affettuoso che poteva avere otto mesi, aveva già fatto territorio come ogni maremmano che si rispetti. Un bellissimo cucciolone dal pelo curato, intelligente dolce e abituato ai bambini.

Era evidente che White aveva già conosciuto l’amore di una famiglia, quella stessa che forse lo aveva abbandonato o forse lo aveva smarrito senza cercare di recuperarlo. Gli ho procurato un posto protetto con spazi aperti, cibo e affetto ma gli è mancato un riferimento stabile, quell’ amore incondizionato di chi si lega e riesce comprenderne il carattere, tipico del maremmano.

Il suo istinto è quello di spaziare verso territori limitrofi e White non sembra essere nato sotto una buona stella rimanendo vittima di un brutto incidente che gli causa ferite multiple e lo spappolamento della rotula di cui nessuno si accorge in tempo utile.

Quando lo rivedo dopo tre mesi dall’incidente, ignara di ciò che gli è accaduto, lui non è più lo stesso, anche se ha conservato lo stesso sguardo buono e la gioia negli occhi di esserci offrendo se stesso senza riserve: la frattura lo costringeva ad un’andatura claudicante per le zampe piegate al punto da strisciare quasi il ventre a terra.

L‘ho portato in visita dall’ortopedico e la sentenza è chiara: senza l’intervento di applicazione di placca sostitutiva White rimarrebbe presto paralizzato per problemi alle articolazioni. Ogni giorno che passa é prezioso per lui, e diminuisce la potenzialità di recupero. Inutile dire che l’intervento è impegnativo quanto oneroso e White non ha nessuno che si prenda cura di lui.

White in stallo

Al momento White è di nuovo in stallo ma presto la sua compagna sarà la strada e certo in queste condizioni, fiero ed indomito non sopravviverà a lungo in una terra feroce come la Sicilia dove branchi di randagi si contendono il territorio senza che né le autorità né la popolazione trovi soluzioni umanamente accettabili; la sua fine sarebbe certa e straziante.

Chi incontra lo sguardo di White viene travolto dalla sua forza e dopo dalla sua dolcezza; nei suoi occhi c’è la voglia di vivere, di dare amore, di esprimere un temperamento che offre e chiede lealtà e fedeltà reciproca.

In cerca di adozione

La lotta contro il tempo è iniziata. White ha bisogno del nostro aiuto. L’intervento è solo una prima tappa ma il traguardo più importante è che White incontri la sua anima gemella umana, amante di questa razza superba e ragionevole ma non disposta a sottomettersi – semmai a cercare un rapporto paritario.

Chi lo trova troverà la forza della natura sotto forma di amore incondizionato

Pin It on Pinterest

Share This